16/12/2018 19:26
…CONTINUA IL SACCHEGGIO!

…CONTINUA IL SACCHEGGIO!

Il Sindaco D’Ambrosio ha toccato il fondo nel corso della seduta consiliare del 20 ottobre u.s., convocata anche per l’approvazione del bilancio di previsione 2014.

Potendo contare sulla carta del sostegno di dieci consiglieri comunali di centro sinistra, l’approvazione del bilancio di previsione che rappresenta il documento politico più importante dell’anno, è stata votata da soli sei consiglieri comunali, ovvero quasi la metà di quella disponibile. Ben quattro consiglieri (tre del PD, quindi dello stesso Partito del Sindaco) e l’unico consigliere dell’UDC, sono risultati assenti, confermando il profondo e radicato dissenso in seno a quella che era la maggioranza di centro sinistra. Sotto il profilo dei numeri, quindi, il bilancio del nostro Comune è stato approvato, ma dal punto di vista politico è stato sonoramente e pubblicamente bocciato.

Il guaio è che il Sindaco non se ne avvede o fa “il finto tonto per non andare in guerra”. Se avesse avuto un minimo di coerenza, avrebbe dovuto annunciare in Consiglio Comunale le sue dimissioni un istante dopo il pietoso risultato della votazione. Ma da questo dovere morale, il Sindaco è distante anni luce. Ha preferito portare a casa le bastonate inflitte dai consiglieri PD Antonio Bosco, Gabriele Cecca e Marcello Putignano, e Pietro Girardi dell’UDC con la loro clamorosa assenza, piuttosto che salvare la propria onorabilità politica, offuscata dalla morbosa sete di potere e dalla voglia maniacale di continuare ad indossare la fascia tricolore, anche in circostanze di poco o nessun rilievo istituzionale.

Se pensiamo a tutte le precedenti Amministrazioni Comunali, nessun Sindaco si è comportato in questa maniera solo perché erano portatori di ideali e valori che D’Ambrosio Sindaco non sa neppure dove abitano. Ma, insieme ai suoi sei consiglieri (Conversa, Fraccalvieri,  Labarile, Manicone, Sampaolo e Stasolla) che gli stanno ancora accanto, è stato superlativo nelle decisioni di tassare a dismisura le famiglie e le imprese commerciali e artigianali, fino ad occupare la parte alta della classifica dei Comuni italiani che hanno stabilito una tassazione medio – alta per l’IMU, la Tasi e la Tari e senza corrispondere ai poveri cittadini tassati servizi pubblici adeguati per la pubblica illuminazione, il verde pubblico, le strade, gli impianti sportivi, problema del randagismo,  ecc.

Succede, quindi, che per pitturare le aule scolastiche interessate dai lavori di efficientamento energetico, sono stati mobilitati i genitori dei ragazzi mentre avremmo sicuramente apprezzato se fosse stato il Sindaco (questa volta si con la fascia tricolore), gli Assessori ed i suoi sei consiglieri comunali ad indossare la tuta e ad armarsi di pennello e colori. A questi zelanti sette pubblici rappresentanti istituzionali non resta che pitturarsi la faccia per non farsi riconoscere dalla cittadinanza di essere autentiche sanguisughe nella tassazione e i veri responsabili dei disservizi che la nostra Cittadinanza è costretta continuamente a subire.

Per parte nostra continueremo l’azione politica affinché il più rapidamente possibile la nostra Cittadinanza sia guidata da un Sindaco competente ed efficiente.

Cari Concittadini,

……….. lavoriamo insieme per costruire un nuovo futuro.

Il coordinamento cittadino di

A.N. Fratelli d’Italia – Consigliere Comunale Paolo Silletti – Democratici per Santeramo – Forza Italia – Movimento Politico Schittulli – Gruppo Politico Impegnati per Santeramo – La Puglia prima di tutto-  Nuovo Centro Destra

2 commenti

  1. Tutti si lamentano ma nessuno fa nulla, e ci sono ancora persone che non si rendono conto delle schifezze che si stanno consumando a loro discapito. Ringrazio questo strumento di comunicazione che ci mette a disposizione la possibilità di dire la nostra, spero senza censura per nessuno. Ai consiglieri doppia faccia dico solo che si devono vergognare per quello che stanno facendo. Grazie e speriamo si muova qualcosa!

  2. ma cosa aspettate a fare una manifestazione cittadina ???? vi siete dimenticati voi ell’opposizione che oltre a tutte queste tasse l’attuale amministrazione ha aumentato l’addizionale comunale irpef dallo 0,40 allo 0,80% inoltre altra addizionale comunale del ben 10% la troviamo sull’ultima tari che i cittadini santermani hanno ricevuto.Mi domando ma quante volte dobbiamo pagare questa addizionale??? Basta organizzatevi a scendere in piazza come si faceva una volta sempre in maniera civile e democratica

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.