20/11/2017 21:59
CONSIGLIO COMUNALE PER LA SPAZZATARI? BUONA DOMENICA.

CONSIGLIO COMUNALE PER LA SPAZZATARI? BUONA DOMENICA.

I consiglieri comunali Paolo Silletti e Giovanni Volpe, anche a nome di “LeAli per Santeramo”, hanno chiesto la convocazione del Consiglio Comunale per modificare la delibera che ha stabilito le aliquote della tassa rifiuti per il 2014.

Gasati  per la proposta di deliberazione ad iniziativa popolare e forti per la raccolta di oltre mille firme, i consiglieri comunali Paolo Silletti e Giovanni Volpe, anche a nome di “LeAli per Santeramo”, hanno chiesto la convocazione del Consiglio Comunale per modificare la delibera che ha stabilito le aliquote della tassa rifiuti per il 2014. Come si ricorderà, questa delibera fu adottata nella seduta consiliare del 20 ottobre scorso con il voto favorevole del Sindaco D’Ambrosio e dei consiglieri di centro sinistra Conversa Domenico, Fraccalvieri Filippo, Labarile Luigi, Putignano Marcello, Sampaolo Fabio e Stasolla Vito. Se dal punto di vista politico, la proposta Silletti – Volpe ha un grande significato per la vicinanza alla cittadinanza esasperata, dal punto di vista giuridico non ha valore in quanto l’articolo 9, comma 4, dello Statuto Comunale, prevede che la convocazione del Consiglio deve essere richiesta da un quinto dei consiglieri in carica, ovvero da quattro consiglieri. Per l’importanza della richiesta, non si comprende come mai i due consiglieri proponenti non abbiano coinvolto gli altri tre consiglieri di opposizione fin tanto che il quarto, Dott. Vito Ciriello, non chiarisca da quale parte sta. Ora si attende nel merito la decisione del Presidente del Consiglio e del Sindaco. Intanto non si placa la protesta dei cittadini. Sulla bocca di tutti una esclamazione “Basta!”. Si è appreso che nella mattinata di ieri sono stati costretti ad intervenire anche i Carabinieri presso il palazzo municipale per sedare le vivacissime proteste di alcuni esercenti commerciali. LeAli per Santeramo, infine, continua a raccogliere firme perché sia rivista in lungo e in largo la decisione dei “magnifici sette” che, sulla testa della Cittadinanza, hanno deciso allegramente su regolamento e aliquote Tari. Ravvedersi è segno di responsabilità. Buona Domenica.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*