23/11/2017 04:55
CONFERITA A FRANCO PORFIDO L’ONORIFICENZA DI CAVALIERE

CONFERITA A FRANCO PORFIDO L’ONORIFICENZA DI CAVALIERE

Ben 37 sindaci e le più alte cariche istituzionali e militari erano presenti alla cerimonia. Nessun rappresentante del Comune di Santeramo ad accompagnare il nostro concittadino.

Il dipendente comunale e giornalista santermano Franco Porfido, classe 1951, è stato insignito ieri dal prefetto Carmela Pagano dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica conferita con proprio Decreto del 27 dicembre 2014 scorso, dal Presidente della Repubblica Italiano, Giorgio Napolitano. A Santeramo il primo decorato è stato il sig. Mario Giampetruzzi il 27/12/1991 e il sig. Porfido è il cinquantesimo.  Si tratta della più alta Onorificenza, come ha ricordato lo stesso prefetto, e viene assegnata dopo una valutazione molto attenta da parte del Presidente della Repubblica il 2 Giugno e il 27 Dicembre, a coloro che hanno alle spalle una densa attività benemerita svolta al servizio della propria Nazione. “Questo costante e silenzioso lavoro – ha continuato il prefetto – deve essere un esempio per le future generazioni”. Gli ha fatto eco il sindaco di Bari, Antonio De Caro che ha sottolineato come nelle esperienze degli insigniti deve rispecchiarsi il Paese e che questa dedizione al proprio lavoro deve diventare nel corso degli anni non un’eccezione. A portare i saluti del Rettore del Politecnico di Bari, luogo che ha ospitato la cerimonia, la prof.ssa Loredana Ficarelli, pro rettore.
Con il cavalierato viene riconosciuto a Franco Porfido la proficuità professionale, la sua dedizione a rendersi utile per la crescita culturale della comunità, lo spirito del dovere e del sacrificio a servizio delle Istituzioni e dei suoi autorevoli rappresentanti, l’impegno nel volontariato, la sua serietà e il suo rigore umano.

 12342545_10205816700364316_6977670693210465956_nUna cerimonia molto partecipata, accanto ai familiari dei 100 decorati erano presenti le più alte cariche militari e ben 37 Sindaci dei comuni pugliesi, ognuno dei quali gli ha fatto da padrino.  Non capita infatti tutti i giorni di veder conferire a un proprio concittadino questa prestigiosa onorificenza. Non si è presentato alla manifestazione e non ha nemmeno mandato un suo rappresentante o un proprio messaggio per scusarsi dell’assenza, il sindaco di Santeramo. L’unico assente. Il teorema di D’Ambrosio è questo: chi non è un suo baciapantofole è per definizione un cretino. E la sua protervia è emersa anche in questa circostanza. Davvero una cattiva figura!

BENEMERENZE

12341448_10205816699084284_1230618137535404226_nDipendente di ruolo a tempo indeterminato del Comune di Santeramo in Colle dal 1 luglio 1985, il sig. Porfido ha direttamente servito ben sei sindaci (ing. Angelo Nuzzi, dott.ssa Rosa Dimita, rag. Michele Digregorio, prof. Vito Sante Zeverino, avv. Vito Lillo, prof. Michele D’Ambrosio) e tre Commissari Straordinari (dott. Raffaele Ruberto, dott. Donato Cafagna, dott. Giuseppe Marani).
La sua dedizione al lavoro  non è passata inosservata.  A lui sono giunte le note di ringraziamento a firma del commissario Raffaele Ruberto, del dott. Donato Cafagna, del dott. Berardo Nuovo, sub Commissario nella gestione del Dott. Giuseppe Marani e l’encomio di Pasquale Caso.

Accanto alla sua attività professionale, ha coltivato con fervore la sua “passione innata per la cultura dell’Informazione”.  Volto noto della tv locale “T.R.C. – Tele Radio Colle”, ha realizzando centinaia e centinaia di servizi, interviste, approfondimenti tematici, programmi. Il suo impegno giornalistico ha dato con certezza un valido contributo per l’elevazione e per la crescita culturale popolare e, in maniera particolare, per la conoscenza della storia santermana da parte delle nuove generazioni. L’apice di questo impegno è stata la realizzazione del cofanetto “Pagine di Storia Santermana – dalle origini al 1900” con il quale dopo alcuni anni di ricerca e di studio, Franco Porfido è riuscito a sintetizzare e raccontare l’evoluzione e lo sviluppo di Santeramo e dei santermani.

All’amico Franco Porfido facciamo le nostre più sincere congratulazioni e gli auguriamo di continuare nel suo costruttivo impegno giornalistico con la stessa passione ed energia! 

Un commento

  1. Complimenti Franco,questo è anche motivo di lustro per Santeramo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*