23/11/2017 02:52
COMMERCIANTI IN FERMENTO:  “IL CANTIERE CI STA DANNEGGIANDO”

COMMERCIANTI IN FERMENTO: “IL CANTIERE CI STA DANNEGGIANDO”

I commercianti e gli artigiani, le cui attività si affacciano in tutta la zona interessata dai lavori di riqualificazione del centro storico, esprimono il loro disagio.

La Delegazione della Confesercenti Santeramo in data 09 marzo 2015 ha protocollato una lettera al Comune di Santeramo in cui si chiede tra l’altro l’esonero del pagamento delle imposte comunali per gli esercenti della zona interessata dai lavori di riqualificazione del centro storico.  Nella nota si legge:

Considerata la lentezza con la quale vengono svolti i lavori, le pause giornaliere e festive che la ditta appaltatrice svolge e tenendo conto che le condizioni meteorologiche in questo periodo sono poco clementi, temiamo fortemente che i mancati incassi dovuti alla chiusura della circolazione della strada diventino insostenibili, mentre tasse e parametri di congruità dell’Agenzia delle Entrate, non considereranno tale periodo come giustificazione del mancato gettito, pertanto tali lavori risulteranno indirettamente a carico degli esercizi interessati.

I commercianti della zona interessata sottolineano anche la scarsa informazione da parte del comune: pur consci del fatto che tali lavori fossero preventivati, non c’è stata alcuna comunicazione da parte dell’amministrazione comunale e/o dalla ditta esecutrice, in cui si avvisava dei tempi e dei modi di svolgimento dei lavori, né alcun piano dei tempi e delle modalità preventivamente concordato.

Questo modo di condurre i lavori è, però, altamente penalizzante, limitando grandemente l’accesso da parte del pubblico agli esercizi commerciali, artigianali e professionali ivi presenti, per un tempo ancora non ben determinato”.

Quali sono le richieste dei commercianti?

1. organizzare il cantiere garantendo la possibilità di comodo e sicuro transito pedonale e il facile e libero parcheggio nelle vicinanze della zona interessata ai lavori, per tutto il periodo del cantiere.

2. L’adozione immediata di una delibera del Consiglio Comunale con la quale si determini l’esenzione della TARI e della TASI e, per i titolari – proprietari dei locali ove svolgono l’attività posti sulla zona suddetta, l’esenzione dal pagamento dell’IMU.

La nota a firma della Confesercenti conclude:

Ci riserviamo, pertanto, qualora le nostre richieste siano disattese e qualora il blocco totale del tratto stradale porti a una grave compressione dei nostri diritti economici, di avanzare una richiesta di un equo indennizzo, in conformità ai principi generali dell’ordinamento repubblicano“.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*