22/11/2017 03:00
CI SCRIVE IL CONSIGLIERE PAOLO SILLETTI

CI SCRIVE IL CONSIGLIERE PAOLO SILLETTI

E’ l’unica voce finora proveniente da un consiglio comunale inesistente. Da una amministrazione capeggiata da un dittatore. 
Mi trovo in vacanza, in un posto privo di bidoni di immondizia stracolmi, con piste ciclabili che collegano tutto il paese, adornato da file di palme che costeggiano chilometri di strade e che invogliano il passeggio pedonale. Insomma, un’oasi di tranquillità ma, sopratutto, un luogo in cui il sindaco, come constatato ieri sera, si confronta con i cittadini in piazza.

Cosi, tra un succo di melagrana ed una pappa per la mia piccolina, mi ritrovo a leggere un articolo che recita “I commercianti di via Iacoviello chiedono aiuto”!
E quindi, ad ingrigire il mio relax é ancora la stessa persona: il sindaco D’Ambrosio!!!!
Ma sbaglio, o il giorno 20 luglio è previsto un incontro con i commercianti per dibattere in merito?
Ed allora, per quale motivo già 7 giorni prima del suddetto incontro é stata posizionata la segnaletica per l’inversione? Significa forse, che anche questa volta il sindaco ha già deciso da solo il da farsi imponendo il suo volere?
La fretta di limitare il traffico nelle zone centrali é inesistente, anche perché, NULLA ancora é stato finora organizzato dal Comune per la stagione estiva (unici due eventi previsti: sagra della carne arrosto, organizzata dalla Confcommercio e concerto di Caparezza organizzato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia).
I soliti metodi da colonnello totalitarista!!! Adesso basta!!!
Bisogna trovare una sintesi con i cittadini!
Sindaco, hai cancellato dal tuo dizionario la parola DEMOCRAZIA!
LA POLITICA, PER CURARE SOLO IL PROPRIO ORTICELLO, LA SI FA NELLE PROPRIE CASE!
SANTERAMO È DEI CITTADINI, É DELLA GENTE CHE CI LAVORA, È CON LORO CHE CI DOBBIAMO CONFRONTARE!
Ma, siccome è evidente a tutti la sordità del sindaco alle richieste dei cittadini, lancio un invito leale e sincero in particolare ai colleghi consiglieri di opposizione Caponio, Ciriello, Larato, Riviello e Volpe affinché insieme, si sollevi il punto nelle sedi opportune. Lo stesso invito, lo estendo altresì, a tutte le forze di opposizione nonché ai liberi cittadini, affinché si intraprenda un’azione corale per porre fine alla dittatura.

2 commenti

  1. Peccato!!!!……..si confonde ancora la dittatura o fascismo, con una persona incapace di essere sia l’uno che l’altro, ( dittatore/fascista), in Libia con Cheddafi ( dittatore) si stava meglio che adesso , in italia con Mussolini ( fascista) si è fatto di tutto e di più per il bene del popolo, apparte qualche grande cazzata di varie alleanze tedesche, oggi invece con la democrazia e con i sindaci che ci troviamo, ( per nostra colpa) andiamo allo scatafascio. Quindi a Santeramo non abbiamo un Dittatore ma………un INCAPACE .

  2. Consigliere Silletti, ma i tuoi colleghi dove sono? Non dico quelli di maggioranza che sono alle prese con l’osso da spolpare dato dal sindaco, mi riferisco a quelli di minoranza. Anche loro stanno spolpando? Persone che vengono cacciate dal consiglio comunale, le cartelle TARI sbagliate e non si provvede alla rettifica, lo stravolgimento della viabilità cittadina, i bidon1 che traboccano di immondizia, le strade peggio di un letamaio……. E voi cosa fate? Ve ne state appollaiati ad aspettare che cosa? Un altro osso?

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*