25/11/2017 10:48
CHE BRUTTA GIORNATA PER SANTERAMO !

CHE BRUTTA GIORNATA PER SANTERAMO !

Per bellezza, quella cosa era seconda soltanto al David di Michelangelo.

Che brutta giornata per Santeramo! Perché, mi si può obiettare, tutte le precedenti con questa amministrazione, come sono state? Si, posso essere d’accordo, ma una come questa sinora non si era vista. E’ proprio vero: non c’è mai limite al peggio. Ebbene, sapete cosa è successo? E’ stata demolita quella cosa che da circa un decennio era stata costruita in Piazza del Lago sotto le scale dell’ex Ospedale. Non si è mai saputo cosa fosse: se un muro a secco fatto di marmo oppure un abbeveratoio per capre, un egiziano sarcofago oppure – si, questa è più probabile – una mini fontana di Trevi in stile moderno. Di certo, questa cosa per bellezza e plasticità artistica era seconda soltanto al David di Michelangelo. Peccato davvero averla abbattuta senza alcuna pietà. Nemmeno le cose più brutte subiscono lo stesso selvaggio trattamento. Per preservarne l’integrità, è stato finanche evitato che zampillasse sin dalla costruzione per la preoccupazione che l’acqua la potesse deteriorare.

Responsabile di questa demolizione, ovviamente, è l’Amministrazione Comunale e – molto probabilmente – lo stesso assessore che intellettualmente la generò. “Canis canem non est”, cane non mangia cane, dicevano i nostri saggi nonni latini. Ma in questo caso, non è stato così. L’amministrazione di centro sinistra di oggi ha demolito una cosa realizzata dall’amministrazione di centro sinistra di ieri.  Il bello è che ovunque questo magica amministrazione mette le mani, lascia il segno. Ad esempio: i pilastrini con i nomi illeggibili dei nostri Eroi caduti in guerra oppure la grande pizza in Piazza Garibaldi. Genialità uniche nel loro genere come unica è stata quella della cosa oggi demolita. Fin quando queste opere d’arte sono fatte con i soldi privati, tutto è lecito, ma quando, invece, sono fatte con i nostri soldi, è dovere che se ne dia conto. Quanta è costata questa cosa per farla e quanto per demolirla? E’ lecito saperlo? Credo che sia una richiesta lecita che attende risposta, insieme alle scuse per il fastidio arrecato alla cittadinanza.

P.S.

Grandi perplessità sul fatto che questa demolizione, con tanto di ruspa e polvere, sia avvenuta proprio nel giorno in cui è entrata in funzione l’attigua centralina per il monitoraggio dell’aria di cui, a breve, contiamo di occuparci.

Un commento

  1. Franco Porfido , ho una preghiera da rivolgerti: quando scrivi sulle nefandezze di questa amministrazione, per piacere non citare il termine centro sinistra!,poiché di sinistra costoro non hanno proprio niente !! Persone che non rispettano i cittadini, anzi che con le loro azioni egoistiche e senza logica li offendono,pur ricevendone lo stipendio,dovrebbero arrossire! Ma in questa nostra Nazione dove soltanto coloro che si comportano bene sembrano essere gli ostacoli della società,cerchiamo almeno di difendere i termini precisi della nostra lingua ! Grazie.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*