21/11/2017 08:50
BUONA DOMENICA IN…..MIMOSA

BUONA DOMENICA IN…..MIMOSA

Domani continueremo ad ascoltare buoni propositi per ulteriori passi verso la effettiva parità di genere ma dal giorno dopo tutto ritornerà nella normalità di lasciare che il tempo faccia “maturare le nespole”.

L’Otto Marzo ricorre la Giornata Internazionale della Donna, più semplicemente definita Festa della Donna per ricordare l’inizio del travagliato cammino che le donne hanno compiuto per le conquiste sociali, politiche ed economiche. Un cammino che viene da lontano e va lontano e che non interessa soltanto il mondo femminile ma tutti nella consapevolezza che il sano protagonismo delle donne è lievito di crescita per la società. Per questa ragione la festa delle donne è la festa di tutti. Rispetto al passato, ampia è la presenza delle donne nelle Istituzioni e nei ruoli guida del Paese, ma ancora insufficiente al ruolo e alle potenzialità che esse esprimono. Di questa dimensione femminile, si continua stancamente a discutere ma spesse volte le generose intenzioni espresse a parole si bloccano nei fatti. Domani continueremo certamente ad ascoltare buoni propositi per ulteriori passi verso la effettiva parità di genere ma da dopodomani tutto ritornerà nella normalità di lasciare che il tempo faccia lentamente “maturare le nespole”. Di donne, invece, si continuerà a parlare quasi ogni giorno per episodi di brutale violenza nei loro confronti. Femminicidio, percosse, abbandoni, solitudine, emarginazione e tanto altro ancora, turbano le coscienze di tutti e ci interrogano nel profondo per tanti simili episodi che non vengono denunciati per paura e per vendetta. La mimosa di domani, quindi, sia un dono di amore e di riconoscenza con il pensiero rivolto a tutte le donne che, per motivi diversi, non la riceveranno. Per queste donne, quello di domani, sarà un giorno come tanti altri; un giorno senza significato e senza speranza. Poche o molte che siano, impegnamoci perché un prossimo Otto Marzo sia un giorno di festa per l’intero mondo femminile e, insieme ad esso, un giorno di gioia per tutti. Nel nostro piccolo, non possiamo non augurare buona festa alle donne santermane, al Club Femminile dell’Amicizia e in particolare alla sua fondatrice Antonietta Fiorentino. Buona domenica.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*