23/11/2017 04:51
BUON VIAGGIO IN CINA! E NOI PAGHIAMO.

BUON VIAGGIO IN CINA! E NOI PAGHIAMO.

La giunta comunale ha accettato l’invito del governo della città mongolo-cinese di Wuhai. Piccio di Girardi e Labarile?

Quanto avremmo desiderato, nel supremo interesse della nostra amata cittadinanza, non essere stati facili profeti anche questa volta! Qualcuno, forse, ricorderà, l’articolo “Dalla terra di Gensis Khan alla festa di S. Erasmo”, pubblicato su “Il Colle” n. 49 di giugno 2016? In quella circostanza, oltre a fare concrete valutazioni sulla inutilità e dispendiosità della sottoscrizione del patto di cooperazione e amicizia tra il Comune di Santeramo in Colle e la città mongola di Wuhai, scrivemmo: “Prima delle elezioni amministrative del 2017, quando ci sarà il cambio del sindaco, è logico pensare la visita di ricambio dei delegati santermani a Wuhai e dintorni”.

Ebbene, ci siamo.

Con delibera n. 165 del 19 agosto 2016, la Giunta Comunale ha accettato “l’invito del Governo della Città di WUHAI autorizzando la missione all’estero, per gli scopi decisi dal Consiglio comunale con deliberazione DCC n. 27/2016, della delegazione comunale composta da massimo tre persone così individuate: Sindaco o Assessore delegato, Presidente del Consiglio comunale o Consigliere delegato e Accompagnatore esperto, con funzioni di guida ed interprete, nominato dal Sindaco con decreto in base a specifica esperienza documentata da adeguato curriculum vitae”. Con la stessa deliberazione è stato stabilito “che l’attività svolta dai Componenti nominati nella delegazione comunale s’intende a titolo gratuito fatto salvo il solo rimborso spese di viaggio, adeguatamente documentate come per legge, nei limiti complessivi non superiori a 1.500 euro”.

Al sindaco e allo stipendiato presidente del Consiglio Comunale, o loro improbabili delegati, buon viaggio e buona vacanza. Non sappiamo né il giorno della partenza né i giorni di permanenza.

P.S.

In fase di adozione della delibera, si è registrata l’assenza dalla Giunta del vice sindaco Cacciapaglia Maria Nunzia e dell’Assessore Leo Giuseppe Claudio, che rispettivamente rispondono ai comandi dei consiglieri Piero Girardi e Gigino Labarile. Nessuno ci dirà il motivo. Perché non pensare, allora, che anche loro volevano volare in Cina e hanno preso il piccio? Poverini!!! Però, sono in tempo per fare un corso accelerato di lingua mongolo-cinese, così potranno far parte della delegazione come accompagnatori. Loro, di scatole cinesi, sono buoni docenti.

2 commenti

  1. domenico lorusso

    quando la fantasia incontra la verita’ e’ intelligenza, quando esce fuori strada e’ “delirio”l

  2. La penna di Franco Porfido non tradisce. Con l’ironia si possono dire tante cose. Complimenti Franco, dovresti insegnare il mestiere a qualche presunto giornalista che scrive su altre testate online e che per chissà quale motivo è sempre benevolo nei confronti di questa nefasta amministrazione,

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*