20/11/2017 21:51
ALTRA ASTENSIONE DELL’ASS. CACCIAPAGLIA
help concept, special toned photo f/x, focus point selective

ALTRA ASTENSIONE DELL’ASS. CACCIAPAGLIA

Sconosciute le ragioni. Forse perché riconducibili alla “porcheria” di Palazzo Marchesale.

Altra astensione dell’Assessora Nunzia Cacciapaglia, referente in Giunta dell’Udc e “Impegnati per Santeramo”. E’ successo nella seduta del 17 marzo u.s. in sede di approvazione della deliberazione n. 56, avente ad oggetto: “Richiesta partenariato della “Con Noi”, Cooperativa sociale, ai fini della partecipazione al bando socio-sanitario “Fondazione con il Sud”. Condizione del partenariato era la dichiarazione di disponibilità di un immobile idoneo per la realizzazione del progetto successivamente all’effettivo ammissione a finanziamento del progetto, presentato dalla cooperativa che gestisce la Casa di Riposo.

Sconosciute le ragioni dell’astensione dell’Assessora Cacciapaglia. Presumibilmente, sono tutte riconducibili alla “porcheria” del Palazzo Marchesale, come è stata definita dal consigliere di maggioranza Gigino Labarile, concesso in comodato gratuito all’Arci Stanby, perfettamente integrata nel Sel, per la durata di tre anni che possono diventare cinque. Anche per questo ultimo provvedimento, l’Ass. Cacciapaglia si allineò agli ordini di scuderia ricevuti dal consigliere Piero Girardi, con una clamorosa astensione, insieme all’Assessore Leo, fiduciario di Gigino Labarile.

Nell’adozione della “56”, invece, l’Assessore Leo ha votato a favore perché l’amico Gigino – si intuisce – lo ha assicurato che non si tratta di “porcheria”. Comunque sia, una qualsiasi astensione in Giunta da parte di un Assessore, è un atto di sfiducia. Ma, nonostante questi atti di sfiducia, l’Udc insieme a “Impegnati per Santeramo” continua a rimanere in maggioranza. Boh…

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*