24/11/2017 12:19
ADDIO AL NOSTRO CINEMA! IL SILENZIO DEL SINDACO PROVOCA IL TRASFERIMENTO

ADDIO AL NOSTRO CINEMA! IL SILENZIO DEL SINDACO PROVOCA IL TRASFERIMENTO

A Santeramo si sarebbe dovuto costruire un mega cinema alla zona Pip. E mentre noi perdiamo questa opportunità, si fa avanti Matera che coglie al volo la disponibilità dell’imprenditore Castellano.

In un comunicato i pentastellati di “Santeramo in MoVimento” scrivono:

Se l’Amministrazione D’Ambrosio fosse stata raccontata con un film, sicuramente il suo genere sarebbe stato, il tragicomico. Si, tragico come gli effetti che questa vicenda potrebbe avere su Santeramo e comico come i “post” e i tanti proclami auto-elogiativi che il Sindaco D’Ambrosio non perde occasione di fare complimentandosi con se stesso per il bene che, solo secondo lui, sta dando a Santeramo e ai santermani.

Quello di cui parliamo è una stana vicenda che vede contrapposti l’attuale amministrazione D’Ambrosio e un imprenditore che opera a Santeramo nel settore del Cultura cinematografica. Pare che la ditta “2C Castellano Cinema” della famiglia Castellano di Gioia del Colle, e, già proprietaria della sala cinematografica “PIXEL” in Via Cassano a Santeramo, nel 2011 partecipava al bando comunale per l’assegnazione di aree nella zona PIP.

Tra le varie ditte che parteciparono al bando, la “2C Castellano” risultò prima in graduatoria e quindi assegnataria di una delle aree messe a bando dal Comune, nella quale sarebbe nato un cinema Multisala unico nel suo genere in tutto il sud Italia.

Dopo l’assegnazione delle aree, l’imprenditore Castellano, ha iniziato l’iter burocratico per la realizzazione del suo progetto imprenditoriale, presentandolo formalmente documentazione al comune di Santeramo dal quale si aspettava l’approvazione o almeno una risposta in merito, risposta che non è mai arrivata anche dopo diverse sollecitazioni fatte all’amministrazione D’Ambrosio. Sarebbe stata una bella realtà per il nostro Comune, e invece, grazie al silenzio assordante di questa amministrazione, la “2C Castellano” decide di trasferire il progetto nella vicina Città di Matera che pare abbia praticamente “rapito” l’imprenditore Castellano, affinché, il progetto fosse realizzato nel comune di Matera.

Considerando che il progetto prevedeva la realizzazione di un Cinema Multisala, che, per via della sua concezione e realizzazione con sale in 4D e con sistemi tecnologicamente all’avanguardia e non diffusi, il nome di Santeramo sarebbe stato sulla bocca, quantomeno, dei cittadini pugliesi.

La struttura cosi concepita, avrebbe direttamente dato il via, come da progetto, ad oltre 20 nuove assunzioni, oltre a considerare un discreto indotto economico di ricaduta locale, grazie al richiamo di numerosi forestieri, che, il cinema unico nel suo genere avrebbe inevitabilmente portato a Santeramo.

Ma come spesso accade, oltre al danno, ci potrebbe essere anche la beffa !

Infatti, il progetto del nuovo cinema prevedeva anche la trasformazione dell’attuale sede del Cinema PIXEL di Via Stazione, in struttura polifunzionale con sale attrezzate e rimodulate che sarebbero diventate sede di convegni, presentazioni culturali e teatro, ed invece, adesso rischia la chiusura totale e definitiva.

E’ ormai certo che grazie al “sospettoso silenzio” dell’Amministrazione D’Ambrosio nei confronti dell’imprenditore e del progetto che avrebbe portato lustro alla nostra Santeramo, il nuovo Cinema Multisala unico in tutto il sud Italia, sarà realizzato a Matera.

Noi di “Santeramo in MoVimento” ci chiediamo, e chiediamo al Sindaco D’Ambrosio, quali siano stati i reali motivi per i quali, questa amministrazione, non si è degnata nemmeno di dare una risposta all’imprenditore Castellano. La nostra ultima domanda va al neo Assessore alla Cultura, Giovanni Sportelli, già Direttore artistico del Teatro il “Saltimbanco” di Santeramo: ma Lei, a Santeramo, quale Cultura difende? 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*