23/09/2018 14:49
ABBATTIMENTO DELLE SANZIONI SUI TRIBUTI EVASI, UN SUCCESSO FIRMATO DI GREGORIO E M5S

ABBATTIMENTO DELLE SANZIONI SUI TRIBUTI EVASI, UN SUCCESSO FIRMATO DI GREGORIO E M5S

Il 3 Luglio il Consiglio comunale di Santeramo in Colle (BA),  ha approvato su iniziativa del rag. Michele Di Gregorio il “REGOLAMENTO per la disciplina e per le modalità di esercizio del ravvedimento operoso in materia di tributi locali”  che porta nelle norme regolamentari del Comune importanti principi di equità a favore dei cittadini e delle imprese del nostro territorio.

Il consigliere comunale Di Gregorio ci spiega quali sono le novità previste dal Regolamento:

  1. a) si potrà accedere alla possibilità di poter sanare gli “omessi o parziali versamenti” dei tributi locali (l’art. 97 del Regolamento della IUC fissava il termine massimo di un anno) fino alla scadenza dei termini di accertamento (cinque anni) e con il pagamento di una sanzione massima del 5% (la precedente norma prevedeva una sanzione del 30%);
  2. b) coloro che hanno omesso la presentazione di una “Dichiarazione ai fini dei tributi locali”, potranno regolarizzare la propria posizione entro il termine di accertamento (cinque anni) con il pagamento di una sanzione massima del 16,65% della imposta (l’art. 97 del Regolamento della IUC fissava la sanzione nella misura del 100% con minimo di Euro 50);
  3. c) sarà possibile regolarizzare la posizione per tutti i casi di “infedele dichiarazione dei tributi locali” entro il termine di accertamento (cinque anni) con il pagamento di una sanzione massima del 8,33% (l’art. 97 del Regolamento della IUC fissava la sanzione nella misura del 50% con minimo di Euro 50).

Come Consigliere comunale non posso che esprime soddisfazione per questo importante risultato che mira a semplificare ed agevolare il rapporto tra cittadino-contribuente e Amministrazione comunale, nonché per l’apprezzamento che lo stesso Sindaco Prof. Baldassarre, unitamente all’Assessore Dott.ssa Fontanarosa e al gruppo consiliare del M5S, hanno espresso sul Regolamento da me predisposto”. – dichiara il rag. Digregrorio.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.