21/11/2017 03:27
A PROPOSITO DELLO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

A PROPOSITO DELLO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

Le responsabilità sono da addebitare a tutta la ex maggioranza di centrosinistra.

Lo scioglimento del Consiglio comunale, scrive in un comunicato Michele Digregorio, è l’epilogo finale di una amministrazione inadeguata, incapace e dannosa per l’intera comunità santermana. I Consiglieri di maggioranza che hanno firmato le dimissioni, sono anch’essi responsabili dello sfascio e delle “macerie” che lasciano in eredità non alla futura amministrazione (noi ci auguriamo di centro-destra) ma alla intera città.

Se i quattro consiglieri di maggioranza e quelli della finta opposizione (oggi concorrono alle primarie del centro-sinistra), continua l’ex Sindaco di Santeramo, pensano di rifarsi una “verginità” politica con l’atto di scioglimento, sbagliano perché sono tutti responsabili dei disastri causati ai cittadini.

L’aumento smisurato delle imposte locali (TARI, TASI, IMU, TOSAP, ed altro), la cattiva gestione dei lavori pubblici, la incapacità di dare risposte ai bisogni della gente, la mancanza di una vera programmazioni per il rilancio della economia e della occupazione, l’abbandono delle periferie, l’assenza di politiche sociali degne di questo nome, i danni causati agli artigiani, commercianti, micro e piccole imprese del territorio, la inesistenza di politiche nel campo del turismo e della valorizzazione degli artisti locali, della cultura, la gestione personalistica della cosa pubblica, conclude il dirigente di Direzione Italia, sono da addebitare a tutta la (ex) maggioranza” – conclude il rag. Michele Di Gregorio.

 

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*